Al via la nuova edizione del Premio Compraverde Veneto per le Imprese

La Regione del Veneto ha approvato la VII edizione del Premio “COMPRAVERDE VENETO – IMPRESE 2024” che – realizzato in collaborazione con Confindustria Veneto, Unioncamere Veneto, CNA Veneto e Confartigianato Veneto – premia le aziende che si distinguono per aver realizzato iniziative in materia di sostenibilità ambientale, nei propri processi organizzativi e gestionali.

Come per la passata edizione, la Regione intende valorizzare le imprese che adottano iniziative in linea con gli obiettivi posti dal PNRR, in particolare con la Missione “Rivoluzione verde e transizione Ecologica” e la Missione “Coesione e Inclusione”, sia nei processi produttivi che nello sviluppo dei propri prodotti, in sinergia con gli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Sostenibile e con i principi contenuti nel Piano dell’Economia Circolare.

Le imprese interessate possono candidarsi per progettualità rientranti in una o più categorie previste dal premio:

  • rivoluzione verde e transizione ecologica;
  • coesione ed inclusione;
  • risparmio energetico e fonti rinnovabili;
  • riduzione dello spreco alimentare.

Rispetto alle precedenti edizioni è stata estesa la partecipazione – per le categorie rivoluzione verde e transizione ecologica e risparmio energetico e fonti rinnovabili – anche alle aziende che operano nel settore delle costruzioni.

I vincitori si aggiudicheranno i seguenti premi: attestato, presentazione dell’iniziativa e dell’azienda durante la cerimonia, utilizzo del logo del Premio per due anni (prorogabile), possibilità di ottenere un punteggio aggiuntivo nei bandi della Regione del Veneto nei due anni successivi.

Per aderire all’iniziativa è necessario presentare entro il 15 maggio 2024 la domanda di partecipazione con la documentazione indicata nell’art. 5 del bando.

| SCARICA IL BANDO IMPRESE 2024.

| SCARICA LA DOMANDA IMPRESE 2024.

Webinar Futuri Possibili – Edizione 2024

Ciclo di incontri online organizzato da Digital Innovation Hub Veneto e Confindustria Veneto Est con il supporto di Warrant Hub e LDV20.

ISCRIVITI AL PRIMO INCONTRO!

TECH SCENARIO | 21 FEBBRAIO 2024, ORE 17.30

Con l’inserimento nel mercato di innovazioni e tecnologie dirompenti, si sta sempre più ridisegnando il contesto tecnologico delle imprese.

Ogni innovazione, indipendentemente dalla sua entità, è una fonte di ispirazione per un’ampia gamma di futuri potenziali. Queste innovazioni hanno il potere di rivoluzionare i mercati e trasformare radicalmente i metodi produttivi, distributivi, commerciali e di generazione di valore delle aziende. Ogni cambiamento porta con sé nuove opportunità di crescita e sviluppo.

Per rendere un’impresa resistente e preparata per il futuro, è essenziale avere la capacità di anticipare, visualizzare e considerare i diversi scenari futuri che possono emergere a causa di cambiamenti tecnologici, sociali e politici. Questo processo permette alle aziende di orientare strategicamente il proprio percorso di sviluppo. Questo approccio proattivo e previsionale è fondamentale per garantire che le imprese restino rilevanti e competitive.

Digital Innovation Hub Veneto e Confindustria Veneto Est invitano otto grandi esperti di levatura internazionale per affrontare tematiche chiave del nostro prossimo futuro:

Tech Scenario, Mobility, Robotic, Space Economy, Industrial Geopolitics, Artificial Intelligence, Green Tech, Disruption.

Gli incontri saranno moderati da Alberto Mattiello, business futurist e autore. Ad ogni incontro un imprenditore accompagnerà la moderazione per sottoporre all’esperto intervistato commenti e reazioni dal punto di vista delle imprese.

SCARICA IL FLYER DELL’INIZIATIVA!

Reminder – MECSPE TORNA A BOLOGNA DAL 6 ALL’8 MARZO 2024

La fiera di riferimento per il manifatturiero si dà appuntamento a Bologna con un rinnovato focus su preparazione dei talenti, integrazione della sostenibilità nei processi industriali e innovazione come motori trainanti per il settore.

In un momento storico in cui la reperibilità di professionisti e nuove risorse sarà cruciale per far fronte alla domanda di talenti del manifatturiero italiano, MECSPE – la più importante fiera per l’industria manifatturiera organizzata da Senaf – si propone oggi più che mai come punto di riferimento per creare un ponte di collegamento tra formazione e lavoro, fornendo spunti e iniziative per preparare i giovani al loro ingresso come professionisti del mondo manifatturiero.

Sarà dunque un’edizione improntata sulla formazione che si concretizzerà con la presenza di numerose Unità Dimostrative e anche con MECSPE Young&Career, un’area che offre a giovani visitatori e studenti l’opportunità di partecipare ad appuntamenti formativi organizzati dagli espositori e incontrare le aziende alla ricerca di professionisti e nuove risorse. L’area si propone di evidenziare quali sono le professionalità ricercate nel settore mettendo in luce le competenze che si potranno acquisire con l’obiettivo di accrescere sempre di più l’interesse dei giovani verso il mondo manifatturiero.

Durante l’evento, ampio spazio verrà dato anche agli altri macro-trend che stanno cambiando il mercato del lavoro quali sostenibilità, internazionalizzazione e innovazione.

Il ricco programma di MECSPE darà spazio anche a una molteplicità di iniziative speciali collegate, durante e oltre la Mostra. A questo link è possibile consultare un’overview degli appuntamenti: https://www.mecspe.com/it/iniziative-speciali-2024/.

Per informazioni riguardo la partecipazione si prega di accedere al seguente link del sito ufficiale: https://www.mecspe.com/it/luogo-date-orari/.

Webinar “Comunicare la sostenibilità ambientale: opportunità e rischi per le imprese”

ANIMA Confindustria organizza un webinar gratuito a sostegno delle imprese sul tema del greenwashing che si terrà martedì 30 gennaio 2024 dalle 15.00 alle 16.00.

La Federal Trade Commission (FTC) negli USA è stato il primo ente a stilare, nel 2010, delle linee guida per l’utilizzo dei cosiddetti environmental marketing claims. L’obiettivo era imporre alle aziende chiarezza e trasparenza in tema di impatto ambientale, non solo nel definire entità e portata del proprio impegno ma anche nelle scelte stilistiche e di linguaggio marketing promozionale, proprio per evitare claim non veritieri.

Oggi anche l’Europa è sempre più sensibile all’argomento green in termini di comunicazione e sta progressivamente avviando iniziative legislative sempre più stringenti e di impatto per le imprese, tra le quali la proposta di Direttiva sui Green Claim e il Regolamento Eco Design di prossima implementazione che si andranno a inserire nel quadro normativo vigente.

Molte sono infatti le affermazioni aziendali valutabili come incorrette in tema di sostenibilità ambientale che confermano la forte diffusione della pratica Greenwashing con pesanti ripercussioni sul piano legale e di immagine aziendale: uno studio della Commissione Europea ha rilevato che il 53,3% delle asserzioni ambientali esaminate nell’UE erano vaghe, fuorvianti o infondate e che il 40% era del tutto infondato.

Scegliere di comunicare le caratteristiche ambientali dei propri prodotti è certamente una esigenza importante e strategica che apre a opportunità ma anche a responsabilità diverse e crescenti, soprattutto in vista dei diversi adempimenti richiesti nella legislazione europea in fase di approvazione.

Il webinar gratuito di ANIMA mira a fare chiarezza sul linguaggio, talvolta ingannevole, del marketing e della comunicazione verso clienti e fornitori nell’ambito della transizione verde condividendo spunti di tutela per le imprese con suggerimenti per la compliance ambientale e consumeristica.

LINK ISCRIZIONE: https://register.gotowebinar.com/register/4291979259890761049.

SMACT e Confindustria Veneto insieme per la trasformazione digitale delle imprese

Ricerca, formazione, innovazione: sono i pilastri fondativi della nuova collaborazione avviata per supportare le imprese del Veneto nei processi di trasformazione digitale. È stata siglata infatti nei giorni scorsi la convenzione triennale tra SMACT Competence Center e Confindustria Veneto con l’obiettivo comune di condividere competenze e conoscenze per sviluppare e consolidare attività utili al tessuto imprenditoriale del territorio. In particolare, la collaborazione sarà incentrata nell’aiutare le imprese aderenti al sistema confindustriale nei processi di digitalizzazione, attraverso servizi di consulenza e formazione ma anche con attività di comunicazione congiunta ed eventi specifici. Oltre ciò, sarà l’occasione per cooperare e diffondere le opportunità di cofinanziamento legate al PNRR, con percorsi di finanza agevolata dedicati a progetti innovativi e idee di ricerca e sviluppo.

«C’è grande soddisfazione, perché si tratta di un accordo altamente strategico per il territorio. Rivolto soprattutto a quelle imprese venete che puntano ad acquisire competenze nell’ambito della transizione digitale e sostenibile» dichiara Massimo Guglielmi, presidente del Competence Center. «Nei prossimi tre anni lavoreremo insieme per diffondere la cultura dell’innovazione, agevolando le imprese del sistema confindustriale nell’attivazione di specifici servizi SMACT di trasferimento tecnologico. Grazie al recente finanziamento legato al PNRR, mettiamo inoltre a sistema ingenti risorse economiche e capitale umano – della ricerca pubblica e delle imprese partner – a sostegno dell’innovazione in tutti i settori economici, creando importanti opportunità di sviluppo per il tessuto imprenditoriale del Veneto. Vogliamo anche essere il partner strategico di supporto nei processi di sostenibilità ed efficientamento energetico, in linea con le direttive ministeriali sull’Industria 5.0».

Enrico Carraro, presidente Confindustria Veneto: «Per accelerare la “twin transition” della nostra economia regionale è fondamentale creare un Ecosistema 4.0 in cui gli attori principali sono Competence Center e Digital Innovation Hub. Confindustria Veneto – attraverso la propria società di servizi SIAV – costituisce il DIH regionale affiancato da Fondazione Speedhub di Confindustria Verona e il Digital Innovation Hub di Confindustria Belluno Dolomiti che svolgono specifiche attività sul territorio. L’obiettivo dei nostri DIH è quello di effettuare azioni di awareness nei confronti delle imprese – di cui ne è un esempio il progetto “I 100 luoghi di Industria 4.0 e della sostenibilità” – e di erogare servizi, in particolare legati a assessment strutturati sulla maturità digitale di impresa. Ne sono stati effettuati oltre 150 nello scorso biennio e ne abbiamo in programma 250 entro il 2025».

Nell’ambito di questa collaborazione SMACT metterà a disposizione delle imprese servizi di accompagnamento all’innovazione – dalla definizione del bisogno specifico al prototipo – con il personale proprio o dei partner dell’Innovation Ecosystem, il programma di partnership di cui Confindustria Veneto entra a far parte. Inoltre coinvolgerà il proprio network di ricercatori e provider tecnologici e la propria competenza organizzativa per strutturare percorsi di formazione ad hoc rivolti alle imprese, oltre a coinvolgere la rete di aziende associate a Confindustria, nelle sue emanazioni territoriali, all’interno delle opportunità di finanziamento PNRR che si sostanziano in bandi per finanziare ricerca e innovazione collaborative e servizi per un totale di 12 milioni di euro.

SMACT e Confindustria Veneto collaboreranno nei tavoli di lavoro a livello regionale e nazionale per favorire la messa a disposizione di ulteriori risorse pubbliche destinate a supportare le imprese nei loro progetti di Innovazione, Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale, attraverso le attività di consulenza e i percorsi di formazione aziendali erogati da SMACT. Per facilitare la sinergia tra i due partner verrà inoltre istituito un tavolo di coordinamento che si riunirà periodicamente.

Tra le attività già avviate da Confindustria Veneto e SMACT c’è NEURAL, il progetto designato dal MIMIT per la regione Veneto presso EDIH – European Digital Innovation Hubs Network. Il suo obiettivo è facilitare il processo di trasformazione digitale delle imprese venete e promuovere l’efficienza e l’efficacia della Pubblica Amministrazione concentrandosi sui seguenti fattori abilitanti digitali: Blockchain, IoT, Big Data Analytics, Advanced Robotics. È stato ideato per fungere da sportello unico per le aziende e le PA, offrendo un portafoglio di servizi organizzati in 4 categorie: Test Before Invest, Advanced Upskilling, Access to Finance e Innovation Ecosystem and Networking.

PROGETTO LIGHTS ON – Dialogo sui nuovi orizzonti del design, supportato dalla fabbricazione digitale

Rete di Imprese Luce in Veneto – in collaborazione con Fablab Venezia – vi invita a partecipare al dialogo sui nuovi orizzonti del design, supportato dalla fabbricazione digitale.

Nell’ambito del progetto LIGHTS ON: Digital Fabrication for Responsible Design (finanziato dal Progetto CREATHRIVE-EU, programma COSME) è in fase di sviluppo un protocollo per la progettazione digitale innovativa e sostenibile.

Nel documento si propone un nuovo approccio responsabile al progetto di design dove le tecnologie digitali possono essere utilizzate non solo per la prototipazione ma anche per realizzare prodotti finiti personalizzati – circolari e formalmente innovativi – indagando come intervengono anche nello sviluppo di nuovi paradigmi di commercializzazione e distribuzione del prodotto.

Il Focus Group si terrà online mercoledì 24 gennaio dalle 10.00 alle 12.00 e si parlerà di nuovo design, manifattura additiva, sostenibilità, modelli di business/marketing contemporanei per i settori arredo e illuminazione approfondendo nuove idee e possibilità. Con l’occasione sarà disponibile in anteprima il white paper.

Per registrarsi all’evento, è necessario compilare il form disponibile al seguente link:

https://us06web.zoom.us/meeting/register/tZYuce6rqjsjE9AdDf1O2lIX5eZ7CFWOKlze#/registration.

Reminder Fiera A&T Torino: disponibile il programma del 14-16 febbraio 2024

La Fiera delle Tecnologie 4.0-5.0 dedicata al mondo industriale, manifatturiero e della ricerca torna nella sua 18 edizione dal 14 al 16 febbraio 2024 a Torino presso l’Oval Lingotto Fiere.

Con oltre 4000 tecnologie e più di 400 espositori divisi per ecosistemi industriali, questo appuntamento si conferma una grande occasione per individuare fornitori competitivi, intercettare nuovi trend e incontrare attuali o futuri clienti.

Di seguito le due principali novità 2024:

  • Per la prima volta in Italia un momento d’incontro per il mondo industriale, dedicato alle opportunità offerte dall’IA al mondo manifatturiero e per le supply chain. Grandi player industriali, selezionate PMI e Startup partecipano attivamente al progetto coordinato dal Centro di Competenza Nazionale CIM4.0.
  • Dopo il successo delle edizioni 2022 e 2023, A&T 2024 inaugura il primo appuntamento nazionale dedicato all’Intralogistica – a cadenza annuale – con esposizione di tecnologie e soluzioni ed eventi dedicati esclusivamente a questo settore.

Di seguito è disponibile un approfondimento sul Programma giornaliero della Fiera. Per prenotare la propria presenza agli eventi sarà sufficiente cliccare negli slot corrispondenti all’interno del link sottostante: https://www.aetevent.com/programma.

SPS Italia: l’automazione industriale a Parma dal 28 al 30 maggio 2024

I grandi numeri del 2023 confermano SPS a Parma la fiera di riferimento annuale per l’automazione, il digitale e l’industria: oltre 800 espositori, 38.713 visitatori, più di 130 Convegni e tavole rotonde nelle cinque arene di District 4.0.

Anche nell’edizione 2024 dal 28 al 30 maggio infatti, tra i padiglioni 4, 7 e 8 si snoda il District 4.0: un percorso espositivo con demo funzionanti e casi applicativi di Digital & Software, Robotica e Meccatronica, Additive Manufacturing, Sustainable Innovation e la nuova area dedicata alle Start Up.

Di seguito, un piccolo approfondimento sugli espositori che saranno presenti in ciascuno di questi topic:

Digital&Software

Sviluppatori, studi di progettazione e di consulenza per Software di progettazione (CAD/CAE); Engineering tools; Sistemi di gestione degli asset; Sistemi di acquisizione dati di produzione; Sistemi di gestione dell’informazione; Sistemi MES; Software per la tecnologia di interfacciamento (SCADA); Software per la tecnologia di controllo/Sistemi di programmazione; Cybersecurity; Applicazioni cloud computing; Condition monitoring; Analisi dei Big data; Blockchain; AI-IIoT.

Robotica e Meccatronica

Produzione robot industriali per manipolazione, montaggio, saldatura, verniciatura e trattamenti vari; Robot collaborativi; Robot mobili; Esoscheletri e robot di servizio; Produzione componenti e utensili; Produzione componenti e soluzioni meccatroniche; Sistemi di visione artificiale; Integrazione; Intelligenza artificiale e consulenza nei suddetti ambiti.

Additive Manufacturing – Presented by Formnext

Progettazione / Sviluppo prodotto, Materiali per la manifattura additiva, Soluzioni per la manifattura additiva, Prototipazione / Digitalizzazione, Servizi.

Lo sviluppo del progetto additive manufacturing a SPS Italia è presentato da Formnext, la manifestazione di riferimento per l’additive manufacturing del gruppo Messe Frankfurt.

Sustainable Innovation

Automazione per la sostenibilità; Digitale come tecnologia a supporto della sostenibilità nei processi e nelle filiere; Tecnologie emergenti per la sostenibilità, tra cui:

  • Dimensione Green – uso attento delle risorse (Energia, acqua, Aria, scarti);
  • Dimensione Sociale – attenzione alla qualità della vita dentro e fuori l’azienda dei lavoratori;
  • Dimensione Economica – la capacità di rendere i processi e i prodotti più sostenibili anche dal punto di vista dei costi.

Start Up

Un’area dedicata interamente alle giovani Start Up e PMI Innovative, motore della crescita e dell’innovazione italiana degli ultimi anni. All’interno dell’area dimostrativa verranno esposti prodotti e/o servizi innovativi capaci di rispondere ai bisogni e alle richieste dell’industria attuale.

Nell’arena dedicata workshop, presentazioni e incontri permetteranno di confrontarsi con i fautori di questo processo di cambiamento tecnologico e conoscere le novità esposte.

Per espositori e visitatori si rimanda al sito ufficiale a questo link: https://www.spsitalia.it/.

MECSPE: la storica fiera per la manifattura torna nella 22esima edizione dal 6 all’8 marzo 2024

Dopo l’appuntamento di Bari a novembre 2023, l’industria manifatturiera sarà nuovamente protagonista con MECSPE dal 6 all’8 marzo 2024 presso i padiglioni di BolognaFiere. Un ritorno dopo il successo dell’ultima edizione bolognese che ha visto la partecipazione di oltre 2mila aziende espositrici e quasi 60mila visitatori (+52% sul 2022). A questo si aggiunge un livello di soddisfazione mai raggiunto, con oltre tre quarti dei visitatori soddisfatti per le occasioni di networking e per aver avuto la possibilità di aggiornarsi sulle tecnologie più innovative in ambito produttivo.

La 22ª edizione di MECSPE avrà una visione ancora più globale per guidare le imprese italiane nel loro percorso di crescita a livello nazionale e internazionale. Tre giorni di fiera dove gli imprenditori potranno vivere un’esperienza diretta e “immersiva” con il mondo produttivo, grazie a un percorso espositivo e dimostrativo per affrontare quelli che sono i pilastri dell’industria moderna: innovazione, formazione e sostenibilità. Un’occasione che proietterà visitatori ed espositori verso un’industria sempre più 5.0 e human-centered.

Grazie alla sinergia dei suoi 13 saloni tematici, verrà offerta ai visitatori una panoramica completa su materiali, macchine e tecnologie innovative nonché l’accesso a iniziative uniche come il Cuore Mostra, un laboratorio di idee e progetti che indica lo stato dell’arte della tecnologia e dell’innovazione e offre una rappresentazione sulle tendenze a breve medio termine.

In quest’area infatti si approfondiranno argomenti riguardanti mobilità, industria manifatturiera e filiera dell’idrogeno con stazioni dimostrative, tavole rotonde, speech e momenti di confronto.

Se interessati a ESPORRE, si prega di visitare questo link: https://www.mecspe.com/it/interessato-esporre/.

Se interessati a VISITARE, qui maggiori informazioni sull’organizzazione della visita: https://www.mecspe.com/it/visitatori/.

PR Veneto FESR 2021-2027 – online i nuovi bandi a supporto della transizione industriale

Nell’ambito del Programma Regionale Veneto del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, la Regione del Veneto ha approvato il Bando “Sviluppare le competenze per la specializzazione intelligente, la transizione industriale e l’imprenditorialità” a sostegno della digitalizzazione dei processi in ottica 4.0 da attuarsi su un panel di micro, piccole e medie imprese venete già aderenti ad una delle 21 Reti Innovative Regionali: https://www.innoveneto.org/reti-innovative-regionali/.

Trattasi di un bando “pilota” all’interno dell’Azione 1.4.1 “Supporto allo sviluppo delle competenze per la specializzazione intelligente e la transizione industriale” che, rispetto alla dotazione finanziaria complessiva di euro 10.000.000,00, prevede uno stanziamento di euro 2.000.000,00.

Il bando prevede l’attuazione di un percorso di acquisizione di competenze specifiche negli ambiti della digitalizzazione dei processi 4.0, ritenute fondamentali per il conseguimento dell’innovazione di processo e dell’organizzazione.

Il percorso, obbligatorio, prevede due fasi da realizzare consecutivamente: check up dell’innovazione e crescita innovativa.

Nello specifico il bando finanzia:

  • Fase 1 “check up dell’innovazione”: prevede la realizzazione di un report “conoscitivo”, utile per analizzare lo stato dell’arte e far emergere punti di forza e debolezza dell’impresa.
  • Fase 2 progettuale di “crescita innovativa”: l’azienda potrà acquisire servizi di consulenza specialistica emersi al termine della prima fase. Tali servizi sono acquisiti dall’impresa beneficiaria presso i soggetti iscritti nel “Catalogo dei fornitori” ovvero nell’“Elenco regionale dei Temporary Manager”, dei “Temporary Export Manager” e dei “Manager dell’Innovazione”, entrambi pubblicati nel portale regionale Innoveneto.

Gli interventi devono essere realizzati sul territorio della Regione Veneto, in relazione all’unità locale/sede operativa del richiedente.

L’entità del contributo è la seguente:

  • Fase 1 Check up dell’innovazione: contributo a fondo perduto fino al 100%, fino ad un max di euro 4.000, in regime “de minimis”.
  • Fase 2 Crescita innovativa:

nel limite massimo di euro 17.000,00, corrispondenti ad una spesa ammessa a sostegno pari o superiore ad euro 20.000,00 (IVA esclusa) per l’acquisizione di un solo servizio (escluso Temporary Manager e Manager dell’Innovazione);

nel limite massimo di euro 25.500,00, corrispondenti ad una spesa ammessa a sostegno pari o superiore ad euro 30.000,00 (IVA esclusa), per l’acquisizione di due o più servizi o acquisizione del servizio di Temporary Manager o Manager dell’Innovazione.

Scadenze: Data di apertura 19/12/2023 ore 10:00 – Data di chiusura 01/02/2024 ore 17:00.

Per maggiori informazioni si rimanda agli allegati della pagina Bandi e Avvisi della Regione del Veneto: https://bandi.regione.veneto.it/Public/Dettaglio?idAtto=9681.

Per supporto nella presentazione della domanda di ammissione si prega di rivolgersi a Giacomo Tosoni: area.servizi@siav.net | +39 0412517552.